Portali: opportunità o minaccia per l’agente immobiliare? Evento Wikicasa a Firenze

Pubblicato da: Emanuele Vallone Commenti: 0

Portali: opportunità o minaccia per l’agente immobiliare? Il mercato si sta evolvendo… e l’agente immobiliare?
Quale è il rapporto tra i portali immobiliari e le agenzie immobiliari?
I portali immobiliari rimangono semplici erogatori di servizi di pubblicità per le agenzie immobiliari?
Le agenzie immobiliari stanno rimanendo al passo in questa continua evoluzione del mercato immobiliare?

Ne abbiamo parlato il 7 Luglio 2023 presso Palazzo Montebello di Firenze in occasione dell’evento immobiliare “TOP Agency” organizzato da Wikicasa, il portale dei professionisti immobiliari.
Pietro Pellizzari, CEO di Wikicasa, ha introdotto la mattinata portando i saluti di tutto il team dell’azienda per poi condividere uno speech dal titolo “Agenzie e portali: l’inizio di una nuova era.” E’ stata un’occasione per ripercorrere la storia dalla nascita dei primi portali immobiliari fino ai giorni nostri strizzando l’occhio al futuro.
I portali nascono come semplici contenitori di annunci immobiliari e nel tempo si strutturano come veri e propri player nel settore creando una serie di servizi e attività collaterali.
I portali si sono continuamente evoluti cercando di creare valore aggiunto per i propri clienti: da una parte l’agenzie immobiliare e dall’altra il privato che cerca e/o vende casa.
Pietro ha mostrato nelle sue slides come i portali di tutto il mondo si stanno avviando ad una evoluzione non solo nei servizi messi a disposizione per gli addetti ai lavori (vedi annunci, spazio per foto, planimentrie, video, mappe, incremento visibilità ecc) ma anche come veri e propri partner delle agenzie stesse grazie al commission sharing.
“Il futuro è già qui” recitava una canzone. E’ proprio il caso di dirlo: “Il futuro è già qui!”

evento Wikicasa Firenze

A seguire il mio speech dal titolo “Strategie per ottenere il miglior incarico: ottimizzare il processo di acquisizione e di vendita.”

Ho iniziato da una domanda: l’agente immobiliare si è evoluto così come i portali in questi 20 anni?
Non è una domanda scontata perché presume il fatto di mettersi davanti allo specchio e guardarsi in profondità senza veli, senza “la maglietta del franchising”, senza nascondersi dietro a slogan di facciata…
Effettivamente i portali immobiliari hanno dato una grande accelerazione del loro modello di business passando da semplici aggregatori di annunci a veri player di mercato con un loro posizionamento specifico. Allo stesso modo, l’agente immobiliare è stato al passo con questa evoluzione tecnologica o adesso per tanti professionisti viene vista come minaccia? L’idea di usufruire di un “pacchetto tecnologico digitale” è percepito come un valore aggiunto per l’attività dell’agente immobiliare o lo si guarda quasi con diffidenza?
Ho voluto condividere il mio parere personale cercando di far capire che non siamo davanti a delle scelte professionali ma alla grande opportunità di accelerazione del nostro business.
La tecnologia ci ha dato la possibilità di togliere dai nostri uffici tantissima carta grazie all’utilizzo dei gestionali così come la possibilità di presentare al meglio un immobile grazie a planimetrie rifatte e render, virtual tour, video sugli immobili con drone ecc
La tecnologia ci ha dato la possibilità di sapere quanti e quali immobili sono stati compravenduti in una data zona specifica, cosa impensabile fino a pochi anni fa.
Allo stesso modo la promozione immobiliare si è evoluta con i nuovi strumenti come le campagne sponsorizzate sui social network, le campagne di funnel, le campagne Google Ads… tutto questo per ottenere ulteriore visibilità.
Ecco allora l’opportunità che  l’agente immobiliare può “fare sua”: da una parte riuscire a utilizzare i dati che hanno immagazzinato in tutti questi anni i grossi portali immobiliari e dall’altra esserne partner sul territorio in un’ottica di commission sharing.
A seguire, la tavola rotonda in cui si è parlato delle strategie dei leader di mercato in una fase di cambiamento.
I temi toccati sono stati tanti tra cui: la collaborazione tra professionisti, le strategie di marketing immobiliari adottate, un punto di vista personale sul commission sharing…
E’ stato interessante ascoltare tutti i punti di vista degli altri agenti immobiliari, un momento di condivisione in cui ognuno dei presenti ha portato tutta la sua esperienza sul campo.
Chiaramente, nessuno ha la sfera di cristallo tuttavia è innegabile che è in atto un’evoluzione nel mercato: siamo pronti come agenti immobiliari ad esserne protagonisti?